Commento

 

Quello che la Bibbia dice di... Chi è salvato?      

Da Rev. John Odhner (machine translated into italiano)

Christ the Redeemer statue in Rio de Janeiro, aerial view

C'è una tendenza comune con le persone a dare giudizi negativi sulle altre persone. Nelle scuole superiori questa tendenza si manifesta nelle cricche. Alcuni ragazzi popolari entrano in un gruppo e gradualmente cominciano a pensare di essere migliori degli altri perché sono più simpatici. I bambini che non sono "dentro" possono diventare oggetti di pietà, o di disprezzo, o anche di scherzi crudeli. In un modo o nell'altro la cricca emette un sottile giudizio sugli altri come una classe inferiore di esseri umani.

La stessa tendenza a guardare gli altri dall'alto in basso si manifesta in varie religioni. Alcuni gruppi religiosi diventano così egocentrici da credere che nessuno di una fede diversa possa andare in paradiso. Se portato all'estremo, questo tipo di atteggiamento è molto più crudele delle cricche di adolescenti snob.

Gli insegnamenti della Bibbia sono in netto contrasto con questo. Per cominciare, la Parola di Dio ci dice che non dobbiamo etichettare le persone come "salvate" o "peccatrici". Gesù disse,

"Non giudicate, che non siate condannati. Perché guardi la pagliuzza nell'occhio di tuo fratello, ma non consideri la trave nel tuo occhio?". (Matteo 7:1, 3)

Il discepolo James ha detto così: "C'è un solo Legislatore, che è capace di salvare e di distruggere. Chi sei tu per giudicare un altro?" (Giacomo 4:1)

Quando il Signore era sulla terra, un atteggiamento di giudizio era prevalente tra i capi della Chiesa. Molti pensavano che quando il Messia sarebbe venuto, avrebbe salvato gli ebrei, e non altri. Quando Gesù venne, lo condannarono per essersi associato sia con i non ebrei che con gli ebrei.

Gesù ha scoraggiato questo tipo di atteggiamento. Una volta parlava con alcune persone che "confidavano in se stesse" di essere salvate e altre no. Ha chiesto loro di prendere in considerazione due preghiere: "Dio, ti ringrazio di non essere come gli altri uomini" e "Dio, sii misericordioso con me, peccatore! Gesù lodò l'uomo che pensava di essere un peccatore. (Luca 18:9-14)

È meglio pensare a te stesso come un peccatore che pensare di essere salvato.

Ricorderete anche la parabola del buon samaritano che si fermò ad aiutare il ferito sul ciglio della strada. Anche se questo samaritano era di fede "sbagliata" (dal punto di vista ebraico), Gesù disse che il samaritano doveva essere amato come vicino, perché era un uomo buono. Infatti, Egli ha detto che una persona che vuole la vita eterna dovrebbe essere come questo samaritano (Luca 10:29-37), anche se il samaritano non era né cristiano né ebreo. Gesù ha visto - e vede - ciò che c'è nel cuore di una persona, non solo la chiesa a cui si appartiene.

La Bibbia afferma chiaramente che è il modo in cui una persona vive, non solo ciò in cui crede, che determina se va in paradiso o meno. Gesù disse: "Non tutti quelli che mi dicono: 'Signore, Signore', entreranno nel regno dei cieli, ma chi fa la volontà del Padre mio che è nei cieli". (Matteo 7:21)

Di nuovo, "Egli ricompenserà ciascuno secondo le sue opere". (Matteo 16:27)

"Coloro che hanno fatto il bene - dice - andranno "alla risurrezione della vita, e coloro che hanno fatto il male, alla risurrezione della condanna". (Giovanni 5:29)

Poiché la vita di una persona, non solo la sua fede, determina la sua sorte eterna, Gesù predisse che molti cristiani non si sarebbero salvati, perché avevano vissuto una vita malvagia.

"Molti mi diranno in quel giorno: 'Signore, Signore, non abbiamo forse profetizzato nel Tuo nome, scacciato i demoni nel Tuo nome e fatto molte meraviglie nel Tuo nome? E allora dichiarerò loro: 'Non ti ho mai conosciuto: vattene da Me, tu che pratichi l'illegalità! (Matteo 27:22-23, Luca 13:25-27)

Uno dei motivi per cui un non cristiano può essere salvato, è che può amare il prossimo. Chi ama veramente il prossimo ama anche Cristo, anche se non se ne rende conto. Gesù disse: "Nella misura in cui avete servito uno di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a Me". (Matteo 25:40)

La fede in Gesù, senza amore per il prossimo, non ha senso.

"Anche se ho tutta la fede, per poter rimuovere le montagne, ma non ho amore, non sono niente". (1 Corinzi 13:2)

L'amore autentico, invece, è segno che una persona conosce il Signore nel suo cuore, indipendentemente dalla religione che professa all'esterno.

"L'amore crede in tutte le cose". (1 Corinzi 13:7)

"Chi fa il bene è di Dio, ma chi fa il male non ha visto Dio". (3 Giovanni 1:11)

"Amiamoci l'un l'altro, perché l'amore è di Dio, e chiunque ama è nato da Dio e conosce Dio. Dio è amore, e chiunque dimora nell'amore dimora in Dio, e Dio in lui". (1 Giovanni 4:7-11)

Riassunto:

Alcune chiese cristiane lo insegnano: Solo i cristiani si salvano.

Cosa dice la Bibbia (e cosa insegna la Nuova Chiesa cristiana): Le brave persone di tutte le religioni vengono salvate.

Alcuni riferimenti da insegnamenti per la Nuova Chiesa cristiana : Cielo e Inferno 318-328, Divina Provvidenza 326

Usato con il permesso di John Odhner, l'autore di questo utilissimo sito: http://whatthebiblesays.info/Introduction.html

Per continuare a navigare mentre si guarda, riprodurre il video in una nuova finestra.

La Bibbia

 

Luca 18:9-14

Studia il significato interno

              

9 E disse ancora questa parabola per certuni che confidavano in se stessi di esser giusti e disprezzavano gli altri:

10 Due uomini salirono al tempio per pregare; l’uno Fariseo, e l’altro pubblicano.

11 Il Fariseo, stando in piè, pregava così dentro di sé: O Dio, ti ringrazio ch’io non sono come gli altri uomini, rapaci, ingiusti, adulteri; né pure come quel pubblicano.

12 Io digiuno due volte la settimana; pago la decima su tutto quel che posseggo.

13 Ma il pubblicano, stando da lungi, non ardiva neppure alzar gli occhi al cielo; ma si batteva il petto, dicendo: O Dio, sii placato verso me peccatore!

14 Io vi dico che questi scese a casa sua giustificato, piuttosto che quell’altro; perché chiunque s’innalza sarà abbassato; ma chi si abbassa sarà innalzato.

     

   Studia il significato interno

Explanation of Luke 18      

Da Rev. John Clowes M.A.

Verse 1. That man ought to keep his internal or spiritual mind continually open to Divine influx, notwithstanding all the opposition of the external or natural mind

Verses 2-6. Since however false principles may prevail in the latter mind, yet if the desire of truth grounded in good prevail at the same time in the former mind, it will sooner or later become accepting of the light of truth.

Verses 7-8. Which consideration ought therefore to be attended to, because it proves that the Divine Truth is always present with those who are in the love of it, to deliver them from all false and evil persuasions, however it may appear at times to be absent, and to produce no effect. (First part of Verse 8).

Verse 8. Still, at the end of the Church, when there is no longer any faith, because there is no charity, Divine Truth, though revealed from heaven, will not be received. (Latter part of Verse 8).

Verses 9-15. For at that time man will be under the delusive idea, that he may be admitted into heaven by virtue of his works, without any regard to the principle from which they are done, whereas none are admitted into heaven but the humble and the penitent, whose works are not done from themselves, but from the Lord.

Verses 15-16. That the goods and truths of innocence ought all to be ascribed to the Lord, because heaven consists in such acknowledgement, and the Lord has communication with those goods and truths.

Verse 17. None therefore can be admitted into heaven, unless they be principled in innocence.

Verses 18-28. Nor can any one enter into heaven, unless he acknowledge the Lord, even as to His Human essence to be the God of heaven, and that from him is every good which is good, and unless he live also according to the precepts of the decalogue, by abstaining from those evils as sins, which are there forbidden.

Verses 19-20. For the Lord alone is good, and the source of good, and the way to attain conjunction of life with Him is to observe His precepts, which precepts teach, that man ought not to destroy or pervert in himself the life of love and charity; nor to ascribe that life to himself, but to the Lord alone; nor to call anything good or true but what is of the Lord; thus that he should respect and exalt in himself the Divine good and truth above every other.

Verses 21-22. Yet these precepts cannot be fulfilled, until man removes his heart from riches, fights against cravings, and acknowledges the Lord to be god.

Verse 23. Which things appear grievous to those who are in the knowledges of truth separate from the good of charity.

Verses 24-25. Therefore those knowledges, when so separated from the good of life, are rather hindrances to the attainment of conjunction with the Lord, since it is contrary to Divine order that knowledges of themselves, without the life of love and charity, should introduce any one into heaven.

Verses 26-27. Nevertheless they are no hindrances in case the Divine Truth be respected and exalted.

Verses 28-30. Inasmuch as all who reject their hereditary evils and falsities and acknowledge the Lord as to His Human essence to be god, shall be elevated to communication and conjunction with the Lord, and to all the joys of His eternal kingdom.

Verses 31-33. That in the Church, where mere falsities of doctrine and evils of life prevail, Divine Truth will be blasphemed, and perverted, and its good destroyed, nevertheless the Human principle of the Lord will attain to plenary glorification.

Verse 34. But these things cannot be apprehended even by those who are principled in the goods and truths of the Church.

Verses 35-43. Until they receive spiritual understanding from the LORD.

Verse 38. Asking it of Him from the pure love of truth.

Verse 39. And are the more urgent to receive, in proportion as they meet with opposition.

Verses 40-41. And explore diligently the end or intention they have in view, when they seek the knowledge of the truth.

Verses 42-43. For in such case their understandings receive light by communication with the Lord's Divine Human principle, which they gratefully acknowledge, and which is thus acknowledged by others.

Dalle opere di Swedenborg

Spiegazioni o riferimenti:

Arcana Coelestia 874, 4314, 4783, 6405, 10248

Doctrine of Life 30


Riferimenti da opere inedite di Swedenborg:

Apocalypse Explained 794

Altro commento neo cristiano

  Le storie e i loro significati:



Salta a versi biblici simili

Ezra 9:6

Salmi 51:3

Proverbi 11:12

Osea 14:3

Significati del termine biblico

giusti
He is said to be 'just' in a spiritual sense, who lives according to divine laws. They on the right hand being called 'just,' as...

pregare
When people pray in the Bible, it means they are opening up their internal states. When it is the Lord praying, or a figure who...

fariseo
The Pharisees were a sect of the Jewish church at the time of the New Testament. The name comes from a root that means "separate",...

digiuno
To fast as in Mark 2:19, signifies to mourn on account of the defect of truth and good. Fasting corresponds to temptation.

settimana
'A week' signifies state, and 'the seventh week,' a holy state. The ancients understood 'a week' to mean any period divided into seven, whether days,...

cielo
L'"aria" nella Bibbia rappresenta il pensiero, ma in modo molto generale - più come la nostra capacità di percepire le idee e il modo in...

Risorse per genitori e insegnanti

Gli articoli qui elencati sono forniti per gentile concessione dei nostri amici della Chiesa generale della Nuova Gerusalemme. Puoi cercare/visualizzare tutta la loro biblioteca sul sito Il sito web di New Church Vineyard.


 Healing the Blind Miracles
Compare four stories about the Lord healing the blind by dramatizing them using the “Readers’ Theater” technique. Actors read lines from the script and act out their parts.
Activity | Ages 7 - 14

 Jesus and the Children, Children in Heaven
A lesson for younger children with discussion ideas and a project.
Sunday School Lesson | Ages 4 - 6

 Modesty
Worship Talk | Ages 7 - 14

 The Eyes of the Blind Shall See Him
Make a picture of the Lord in heaven with bright light all around Him. Cover the picture with fabric or another piece of paper, attaching it only at the top edge so that it can be lifted up to see the picture of the Lord. 
Project | Ages 4 - 10

 The Last Supper
The Lord celebrated Passover with His disciples and told them to remember Him by eating bread and drinking wine. The Lord is still present with people in a special way through the Holy Supper. Sample from the Jacob’s Ladder Program, Level 1, for ages 6-7.
Religion Lesson | Ages 6 - 7

 The Lord Blesses the Children
This lesson discusses a story from the Word and suggests projects and activities for young children.
Sunday School Lesson | Ages 4 - 6

 The Lord Is Our Heavenly Father (version 1)
Color picture of the Lord with children.
Picture | Ages up to 14

 The Lord Is Our Heavenly Father (version 2)
Color picture of the Lord with children.
Picture | Ages up to 14

 The Lord Loves Me
This lesson discusses a story from the Word and suggests projects and activities for young children.
Sunday School Lesson | Ages 4 - 6

 The Pharisee and the Publican
Coloring Page | Ages 7 - 14


Traduci: