L’Amore Coniugale #2

L’Amore Coniugale

Go to section / 535  

← Previous    Next →

2. Ho visto una volta un angelo che volava sotto il cielo orientale, con un tromba in mano all'altezza della bocca; la suonava a nord, a ovest e verso sud. Era vestito di una veste che agitava dietro di lui mentre volava, ed era circondato da una fascia risplendente e sfavillante come se fosse fatta di rubini e zaffiri. È volato verso il basso scendendo lentamente sulla terra, non lontano da dove mi trovavo. Come ha toccato il suolo era ritto sui suoi piedi e si dirigeva avanti e indietro, e poi, vedendomi, ha diretto i suoi passi verso di me. Io ero lì in spirito, ed in quello stato ero in piedi su una collina nella regione meridionale. E quando egli si è avvicinato gli ho domandato:

- Perché sei qui? Ho sentito il suono della tua tromba e ti ho visto scendere attraverso l'aria.

L'angelo ha risposto:

- Sono stato inviato per convocare gli uomini più noti per la loro cultura, ingegno e sapienza nei paesi del mondo cristiano che abitano in questo continente, affinché siano riuniti sulla collina dove ora sei tu, e manifestino le loro opinioni riguardo a ciò che avevano pensato, compreso e concepito nel mondo, sulla gioia celeste e sulla felicità eterna.

[2] La ragione della mia presenza qui, è questa: alcuni nuovi arrivati dal mondo, ammessi nella nostra società celeste, che è ad est, ci hanno detto che nemmeno uno in tutto il mondo cristiano sa cosa sia la gioia celeste e la felicità eterna, né quindi comprende cosa sia il cielo. Questo ha molto meravigliato i miei fratelli e compagni, e mi hanno detto. “Va giù e chiama a raccolta i più saggi nel mondo degli spiriti (in cui tutti i mortali sono dapprima raccolti dopo la loro partenza dal mondo naturale), in modo che dalla bocca di molti si possa controllare se è vero che vi è fra i cristiani tale profonda oscurità e densa ignoranza sulla vita futura”. Poi ha detto:

- Aspetta un po', e vedrai le società dei saggi radunarsi qui. Il Signore darà loro un edificio per l'adunanza.

[3] Ho atteso, ed ecco che dopo mezz'ora ho visto due società da settentrione, due da occidente, e due da mezzogiorno, ed al loro arrivo sono state condotte dall'angelo con la tromba nell'edificio predisposto, e nei posti loro assegnati secondo la regione di provenienza. Vi erano sei società. Una settima, da est, non è stata vista dagli altri a causa della luce. Quando sono stati riuniti, l'angelo ha comunicato loro il motivo dell'adunanza, e ha chiesto che le società dessero prova della loro sapienza in merito alla gioia celeste e alla felicità eterna. Ogni società poi si è raccolta in cerchio, in modo che insieme i membri potessero discutere di questo argomento secondo le opinioni che avevano avuto nel mondo, ed ora aver riflettuto sulle medesime, e dopo averle esaminate e dopo essersi consultati, esponevano le loro conclusione.

Go to section / 535  

← Previous    Next →


Translate:
Share: